Chi siamo ?

La Comunità dell'Emmanuele in breve

La Comunità dell’Emmanuele è nata sulla scia del rinnovamento della Chiesa Cattolica della fine del XX secolo. Ha avuto inizio con un gruppo di preghiera a Parigi ed è rapidamente cresciuta in Francia e nel mondo.

Nel 1992 la Comunità è stata riconosciuta dalla Santa Sede. Come Associazione Pubblica di Fedeli riunisce famiglie, persone non sposate, sacerdoti, persone consacrate nel celibato, che testimoniano l’ecclesiologia di comunione incoraggiata dal Concilio Vaticano II. Questa chiamata a vivere la complementarietà degli stati di vita per la nuova evangelizzazione ha portato la Congregazione per il Clero a erigere, nel 2017, l’Associazione Clericale della Comunità dell’Emmanuele (che riunisce i sacerdoti e i diaconi), indissolubimente legata all’Associazione di Fedeli.

Oggi la Comunità è presente in 60 paesi. Attraverso le sue attività apostoliche ogni anno ha contatti con varie centinaia di persone. Conta:

> 11 500 membri
> 275 sacerdoti e un centinaio di seminaristi
> 225 uomini e donne consacrati nel celibato
> 10 vescovi provenienti dalla Comunità

ALCUNI PUNTI DI RIFERIMENTO

Santuari e parrocchie affidate a sacerdoti della Comunità:

 Paray-le-Monial (Francia), città del Cuore di Gesù, di fama mondiale
• L’Ile-Bouchard (Francia), santuario mariano
• Trinità dei Monti (Roma-Italia)
• 70 parrocchie nel mondo.

Le scuole internazionali di evangelizzazione formano ogni anno molto giovani : Roma (Italia), New York (USA), Altötting (Germania), Bafoussam (Camerun).

ALCUNE MISSIONI INIZIATE DALLA COMUNITÀ

  • Fidesco, opera di cooperazione e di sviluppo
  • Le Rocher, opera pedagogica nelle periferie
  • Amore e Verità, a servizio delle coppie, delle famiglie e dei bambini
  • Zaccheo, promozione della dottrina sociale della Chiesa
  • SAJE, evangelizzazione attraverso il cinema
  • L’1visible e Il est Vivant! pubblicazioni di evangelizzazione
  • Edizioni dell’Emmanuele, pubblicazioni di 40 libri l’anno (in francese)

 

La Chiesa ha aperto il processo di canonizzazione di Pierre Goursat, fondatore della Comunità, e di Cyprien e Daphrose Rugamba, coppia di martiri del Ruanda.

La nostra chiamata

Un'esperienza dello Spirito Santo

Diventare fratelli e sorelle

Inviati nel cuore del mondo

Adorazione, compassione ed evangelizzazione

I membri della Comunità dell’Emmanuele hanno fatto l’esperienza di un incontro personale con Cristo, che ha fatto nascere in loro il desiderio di camminare con Lui verso la santità lasciandosi condurre dallo Spirito Santo. Da questo incontro, spesso nel rinnovamento carismatico chiamato ʺeffusione dello Spirito Santo“, hanno ricevuto una chiamata a progredire insieme, nella comunione degli stati di vita, che siano persone sposate, non sposate, consacrate o sacerdoti.

La presenza di tutti gli stati di vita è costitutiva della chiamata della Comunità Emmanuel. È essenziale sia per l’evangelizzazione che per la santificazione. È un dono di Dio poter rispondere insieme e nella Chiesa alla sua chiamata, ascoltando lo Spirito Santo, in adorazione, amore fraterno e lode.

Come l’Emmanuele ʺDio con noi“, i membri della Comunità vivono dove Dio li ha posti, nel loro ambito familiare, professionale e sociale. Si impegnano pienamente nella società servendola al meglio con i loro mezzi e le loro qualità. Presenti così nel mondo senza essere ʺdel mondo“ (Gv 17, 14), desiderano vivervi come autentici testimoni di Cristo.

ʺLa grazia profonda della Comunità viene dall’adorazione eucaristica di Dio realmente presente in mezzo a noi: “Emmanuele”.

Dall’adorazione nasce la compassione per ogni uomo che muore di fame, materialmente e spiritualmente. Dalla compassione nasce a sua volta la sete di evangelizzare il mondo intero, e in particolare i più poveri”.

I membri della Comunità sono chiamati ad essere testimoni della Misericodia che viene dal Cuore trafitto di Cristo, secondo il messaggio di Paray-le-Monial: ʺEcco il Cuore che ha tanto amato gli uominiʺ.

Premessa degli Statuti della Comunità

Pierre Goursat,

Fondatore della Comunità dell'Emmanuele

I nostri impegni

Vita di unione a Dio

Maisonnée e incontri comunitari

Missione e servizio

Accompagnamento

Il desiderio dei membri della Comunità dell’Emmanuele è di essere uniti a Dio. Per questo vogliono rivolgersi a Lui, ascoltarlo, dimostrargli il loro amore e lasciarsi amare. La preghiera è essenziale nella loro vita spirituale, è l’incontro della sete di Dio con la loro, è la porta di ingresso verso l’unione con Dio. I membri dell’Emmanuele vogliono vivere ogni istante della loro giornata nella lode e mettere l’Eucarestia al centro della loro vita.

Ciascuno dei membri della Comunità partecipa a una maisonnée. Una maisonnée è un piccolo gruppo che si incontra con regolarità, normalmente ogni settimana, per mettersi in ascolto dello Spirito Santo attraverso la lode, la condivisione della parola di Dio e l’intercessione. Ogni mese le maisonnée di uno stesso settore geografico si ritrovano per un tempo comunitario più ampio.

Ogni membro dell’Emmanuele si impegna anche in una vita missionaria rendendosi disponibile per servizi proposti – o confermati – dalla Comunità. Le missioni della Comunità dell’Emmanuele possono prendere aspetti molto diversi secondo il carisma dei membri e i bisogni del mondo e della Chiesa locale.

Ogni membro della Comunità beneficia di un accompagnamento personale regolare da parte di un altro membro della Comunità. Questo accompagnamento fraterno, spirituale e umano, aiuta ciascuno a vivere la scelta di impegnarsi nell’Emmanuele in coerenza con la situazione personale, in uno spirito di semplicità e di libertà.

PER SAPERNE DI PIÙ

Video:

Pierre e l’Emmanuele (versione lunga – 53 min)

Libri:

Pierre Goursat, Parole, a cura di Martine Catta, Edizioni Cantagalli, 2013
Pregare 15 giorni con Pierre Goursat, di P. Francis Kohn, Gribaudi, 2017
Il fuoco e la speranza. Pierre Goursat, fondatore della Comunità dell’Emmanuele, di Hervé-Marie Catta e Bernard Peyrous, Comunità dell’Emmanuele, 1999.

Documenti:

Statuti dell’Associazione di fedeli
Statuti dell’Associazione clericale

Il Consiglio dell’Associazione di fedeli
Il Consiglio dell’Associazione Clericale